Richiesta di ospitalità

Tutte le informazioni su modalità di accesso, accoglienza ed inserimento dell’anziano in struttura e i costi relativi al servizio.

Modalità di inserimento

Per essere accolto nella nostra casa di riposo è necessario che l’anziano sia non autosufficiente in base alla valutazione della scheda S.V.A.M.A. (Scheda per la Valutazione Multidimensionale delle Persone Adulte e Anziane).

L’ammissione al trattamento di residenzialità e l’inserimento in graduatoria viene definita in sede di Valutazione Multidimensionale Distrettuale, e sulla base alla graduatoria, è possibile accedere all’impegnativa di residenzialità di primo e secondo livello emessa dall’Ulss oppure alla Quota Sanitaria di Accesso.

La struttura accoglie anziani non autosufficienti di età superiore ai 60 anni, con bisogni socio-assistenziali di intensità minimo-ridotta e media.

I familiari o gli anziani interessati ad un inserimento possono fissare un colloquio, telefonico o in presenza, con l’Assistente Sociale per avere tutte le informazioni del caso e valutare le possibilità di ingresso.

Nei giorni precedenti l’ingresso viene fissato un ulteriore colloquio con la famiglia del futuro ospite, per raccogliere tutte le informazioni utili all’attivazione dei diversi servizi, concordare definitivamente tempi e modalità per l’inserimento ed effettuare tutti gli adempimenti burocratici necessari.

Le figure preposte ad accogliere l’ospite e i suoi familiari sono l’Assistente Sociale e il Coordinatore Socio-Sanitario, che seguono anche le prime fasi dell’inserimento.
Nei primi giorni successivi all’ingresso, le varie figure professionali fanno la conoscenza del nuovo ospite, effettuano una prima valutazione dei bisogni e attivano i servizi.
Nel corso dell’inserimento, la psicologa incontra i familiari per accompagnarli in questa fase e per raccogliere informazioni che possono favorire l’adattamento dell’anziano all’interno della Residenza.

Il costo del servizio

Le rette giornaliere a carico dell’ospite, al netto del contributo che la Regione del Veneto riconosce agli anziani non autosufficienti in regime di convenzione, sono state determinate in sede di concessione dalla Fondazione Città di Roncade e vengono annualmente aggiornate in base agli indici ISTAT sul costo della vita.

Sono esclusi dalla retta quotidiana i servizi di parrucchiera ed estetista, i trasporti per visite mediche o altro quando non coperte dal SSN, farmaci e presidi non rientranti nel prontuario fornito direttamente dall’Ulss, eventuale assistenza dell’ospite per ricovero ospedaliero.

I costi dei singoli servizi a pagamento e le rette in vigore sono disponibili presso l’Ufficio Cortesia della Residenza e vengono forniti con la documentazione informativa in sede di colloquio pre-inserimento.

Convenzionati

Tipologia di non autosufficienzaRetta diurna €Retta mensile €
Profilo Svama 1 - 251,351.561,85
Profilo Svama 3 - 452,631.600,76
Profilo Svama 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 12 - 1354,611.661,29
Profilo Svama 11 - 14 - 15 - 16 - 1756,271.711,56

Non convenzionati

Tipologia di non autosufficienzaRetta diurna €Retta mensile €
Tutti i profili77,522.357,85
Tutti i profili (per i residenti nel comune di Roncade)75,832.306,60

Note:
Non sono contemplate distinzioni tra camera singola, doppia o tripla.
Sconto di 1 € al giorno per i convenzionati residenti nel Comune di Roncade almeno da 5 anni prima dell’ingresso in CDR.
Per i titolari di Quota Sanitaria di Accesso le rette sono pari a quelle degli ospiti convenzionati aumentate del 10%.

Richiesta di ospitalità

Desideri ricevere maggiorni informazioni sui nostri servizi?
Compila il seguente modulo.



    (Leggi la privacy)